Furla Series #02

Encountering Isang Yun

Conversazione-concerto con musiche di Isang Yun
con Elena Abbado (musicologa) e Francesco Dillon (violoncellista)

Domenica 4 novembre, in occasione del finissage di Haegue Yang: Tightrope Walking and Its Wordless Shadow, si svolgerà nelle sale della mostra la conversazione-concerto Encountering Isang Yun, dedicata al compositore coreano Isang Yun (1917-1995). Il violoncellista Francesco Dillon interpreterà il brano Glissées (1970) e, insieme alla musicologa Elena Abbado, introdurrà l’opera di Yun.

 

Isang Yun (1917-1995) è un compositore coreano conosciuto in tutto il mondo non solo per l’innovativo percorso musicale ma anche per le tormentate vicende politiche che hanno segnato la sua vita durante il periodo della Guerra Fredda. 

Cresciuto durante l’occupazione giapponese della penisola coreana (1919-1945), Yun imparò a suonare il violoncello e studiò musica in Corea e in Giappone, partecipando attivamente al movimento anti-giapponese. Dopo la guerra coreana (1950-1953) Yun cominciò a comporre e nel 1956 partì per l’Europa per studiare dodecafonia. Le sue composizioni, eseguite con strumenti occidentali ma ispirate a tecniche tradizionali coreane e ad antiche storie popolari, cominciarono a essere apprezzate a livello internazionale. 
Nel 1967, Yun fu rapito e portato a Seoul dove venne accusato di spionaggio, nel cosiddetto “incidente di Berlino Est”. Yun e centinaia di altri intellettuali e artisti coreani furono imprigionati e torturati. Venne liberato solo nel 1969 grazie alle pressioni internazionali di musicisti e intellettuali, ma non venne mai riabilitato dal punto di vista politico. Poco dopo fu naturalizzato come cittadino tedesco e non tornò mai più in patria. Morì di polmonite a Berlino nel 1995. 
Yun simboleggia la divisione ideologica della penisola coreana che sopravvive ancora oggi e la sua polarizzazione tra destra e sinistra: Yun è il massimo artista nazionale, una figura tragica e celebre, ma al contempo è marchiato dall’estrema destra come traditore di sinistra. Elogiato e costretto al silenzio da entrambi gli schieramenti della Corea, gli eventi che hanno turbato la sua vita hanno pesantemente messo in ombra e isolato la sua eredità musicale. 

 

 

Foto copertina:
Installation view of Furla Series #02 - Haegue Yang: Tightrope Walking and Its Wordless Shadow
Courtesy Fondazione Furla and La Triennale di Milano, photo Masiar Pasquali

Info

domenica 4 novembre 2018, ore 18.30

ingresso libero
fino ad esaurimento posti

Triennale di Milano
viale Alemagna 6
Milano

-> Come arrivare

 

Come arrivare